Ergo e le lezioni del massimalismo di Bitcoin

Tempo di lettura stimato: 10 minuti

Che cos’è il massimalismo di Bitcoin?

Negli ultimi dieci anni, le criptovalute sono diventate molto popolari. Mentre tutto è iniziato con la creazione di Bitcoin nel 2009, ora ci sono oltre 8.000 diversi progetti di criptovalute sul web. La maggior parte di questi progetti promette di rivoluzionare una parte della civiltà umana, anche se alcuni sono, è vero, uno scherzo. Un altro filo conduttore tra i progetti crittografici è la speranza che aumenteranno di valore, come hanno fatto Bitcoin e altri. La maggior parte, tuttavia, non ha replicato o non replicherà il successo di Bitcoin in termini di guadagno o adozione monetaria.
I massimalisti di Bitcoin sono stati i primi a sottolineare che non tutte le criptovalute sono uguali.

Nonostante la rapida crescita e lo sviluppo in tutto lo spazio crittografico, i massimalisti continuano a credere che BTC non sia solo la principale criptovaluta, ma l’unica criptovaluta che vale la pena detenere. La loro convinzione è che Bitcoin diventerà la valuta di riserva mondiale. Nelle parole di molti Bitcoiner con gli occhi laser, “Bitcoin è inevitabile”.
Nonostante i meme e i tweet ostili diretti ai massimalisti di Bitcoin, è sicuro dire che hanno ragione. La saggezza comune delle criptovalute afferma che, tra le oltre 8.000 opzioni disponibili, Bitcoin è la scommessa più sicura in criptovaluta. In effetti, al diavolo i sh!tcoin, BTC è l’unico vero investimento in criptovalute; tutto il resto è una scommessa.

Dalla sicurezza del protocollo, al numero di miner che proteggono la rete, all’enorme volume delle transazioni giornaliere, la proposta del whitepaper originale di Bitcoin ha superato le nostre più rosee aspettative. Perché un investitore razionale dovrebbe mettere i propri soldi altrove? In Satoshi ci fidiamo.
Non vi è alcun argomento secondo il quale Bitcoin non sia riuscito a mantenere la sua promessa. Tuttavia, a questo punto, è necessario che i massimalisti si preparino per un’altra promessa: Ergo non scende a compromessi su nessuno dei valori di Bitcoin o cerca di invadere gli obiettivi di Bitcoin, ma aggiungerà con successo utilità e migliorerà l’accesso a Bitcoin nel prossimo decennio.

È necessario approfondire quali sono i valori di Bitcoin e perché i massimalisti di Bitcoin sono giustificati nell’essere riluttanti a fidarsi di altri progetti, ma lo scopo di questo documento è lasciare i lettori curiosi riguardo alla missione, ai valori e alla tecnologia che guidano la blockchain di Ergo.
Se sei un massimalista di Bitcoin, è lodevole che tu sia arrivato così in fondo all’articolo. Per favore, continua con una mente aperta e dai a questo progetto una valutazione equa. Dopotutto, l’equità è uno dei valori fondamentali di Ergo e può benissimo aiutare anche Bitcoin a vivere i propri valori.

TLDR: Ergo migliorerà l’accesso a BTC e aumenterà la sua utilità senza compromettere l’integrità, e non sarà necessario vendere il tuo BTC per ERG per accedere ai vantaggi di Ergo.

Quali sono i valori di Bitcoin?


Il primo obiettivo di Bitcoin è ridurre il potere dei governi di controllare e manipolare la valuta mondiale. Questa è nota come separazione tra denaro e stato e gli strumenti principali di Bitcoin per questo scopo sono il decentramento e la crittografia. Oltre 1 milione di persone in tutto il mondo vengono pagate in BTC per proteggere la rete e il costo per compromettere questa sicurezza è astronomico. Separare il denaro dallo stato garantisce la neutralità monetaria, che consentirebbe agli individui di qualsiasi parte del mondo di accedere a un mercato mondiale puro e capitalista. Un traguardo nobile, insomma.


Ciò è reso possibile dal fatto che BTC è stato distribuito in modo equo e naturale, senza l’influenza di governi o Venture Capitalist. Bitcoin è un vero progetto democratico e open source, realizzato da persone con intenzioni genuine, per il bene dell’umanità in generale. L’algoritmo di Bitcoin crea l’opportunità per le persone di archiviare o trasferire in modo indipendente e sicuro la propria ricchezza in qualsiasi momento. Questa ricchezza è protetta da un protocollo non modificabile che impone una fornitura fissa di 21 milioni di BTC. Nel 2022, la rete mineraria ha scalato Bitcoin per servire quasi 80 milioni di persone e i progetti guidati dalla comunità stanno migliorando il protocollo per consentire un accesso ancora maggiore.

Perché i bitcoiner non si fidano delle alt-coin?


Bitcoin è fondamentalmente sano. Mentre molti trader degenerati si sono arricchiti scommettendo su monete alternative, la differenza tra Bitcoin e tutto il resto si riduce ai primi principi discussi sopra. Nient’altro si avvicina al livello di decentralizzazione o validità sociale di Bitcoin. Anche il governo degli Stati Uniti riconosce che Bitcoin si distingue dal resto, mentre esempi di progetti crittografici che non sono altro che nomi affollano lo spazio.
L’invasione più comune dei valori di Bitcoin avviene tramite la centralizzazione. Una rapida occhiata alla distribuzione dei token dei principali progetti di criptovalute è tutto ciò che serve per rendersi conto che questi progetti non sono in alcun modo equi per l’investitore medio.

La blockchain di Algorand, ad esempio, è stata resa possibile grazie a esorbitanti finanziamenti VC. Ciò ha causato danni significativi agli investitori al dettaglio, perché il programma di maturazione di questi fondi consente agli investitori di scaricare le proprie monete ogni volta che il prezzo sale. Nel mondo della DeFi, questo è ciò che è noto come un “tiro da tappeto” (Rug pull). Nel mondo di Bitcoin, nessuno possiede il tappeto.

Al di là della distribuzione dei token, il livello di decentramento in questi progetti è veramente basso. Prendi Solana, per esempio. Ci sono solo 200 nodi che proteggono la rete, fornendo un’opportunità piuttosto ovvia per manipolare la catena. Inoltre nel 2021 il team di Solana ha dovuto chiudere più volte la rete; un’impresa che sarebbe impossibile con un adeguato decentramento.
Il fatto è che migliaia di progetti crittografici sono falliti a spese di tutte le persone normali che ci hanno investito. Nuovi progetti equivalgono a nuovi rischi; la loro tecnologia non è provata, l’adozione è bassa e l’unico modo per scoprire se avrà successo è sedersi e aspettare.

Ad esempio, Ethereum sta lavorando da tempo per passare alla Proof of Stake. Pur facendo molte promesse sull’esito di questo cambiamento, la loro possibilità di fallimento è sicuramente maggiore di zero. Molti progetti sembrano barrare tutte le caselle, ma non prendono mai piede. Forse sono troppo difficili da usare. Forse risolvono problemi che non esistono. Forse sono monete o animali inutili. È difficile da dire.


Un altro destino comune dei fondi degli investitori sono gli hack e le truffe. Sfogliando Rekt.news, si può vedere quanto sia comune sfruttare un protocollo DeFi. Ben oltre $ 10 miliardi di dollari sono stati rubati attraverso l’abuso di questi Dapp, molti dei quali (grande sorpresa) non sono mai stati verificati. Centinaia di altri progetti, pur non essendo stati “hackerati”, erano solo vere e proprie truffe. Un triste esempio di questo è lo Squid Game Token. Questo progetto ha semplicemente venduto un token senza valore che era impossibile da vendere, facendo salire alle stelle il prezzo. La squadra ha ritirato tutti i fondi ed è scomparsa con una pesante ricompensa.


La linea di fondo è che BTC ha da tempo dimostrato il suo valore. BTC è, fin dai primi principi, un vero investimento e, soprattutto, non è lo stesso tipo di scommessa di qualsiasi altra moneta alternativa. L’effetto Lindy prevede che più a lungo qualcosa è in circolazione, più a lungo continuerà ad esistere e l’effetto rete prevede che il valore di una rete aumenterà esponenzialmente all’aumentare del numero di utenti. Nel mondo delle criptovalute, questi principi stanno lavorando al massimo a favore di Bitcoin ed è difficile avventurarsi oltre la loro sicurezza.


Allora, da dove viene questo Ergo? Alexander Chepurnoy, il fondatore di Ergo, continua a studiare il codice sorgente di Bitcoin più di due anni dopo il lancio della rete principale di Ergo. Il suo obiettivo per la creazione di Ergo è quello di sostenere i valori e le ipotesi di sicurezza di Bitcoin, migliorare la privacy, la scalabilità e l’accessibilità e spingere i limiti dei meccanismi di consenso Proof of Work. La sezione seguente fornirà dettagli su come Ergo sta portando a termine questa missione.


Ergo non compromette nessuno dei valori di Bitcoin.
L’impegno principale di Ergo è mantenere il decentramento. Il primo passo in questa direzione è stato lo sviluppo di Autolykos, il nuovo meccanismo di consenso Proof of Work di Ergo. Autolykos è una funzione di memoria rigida, che consente il mining di GPU con 4 GB di RAM, rendendo al contempo economicamente inefficienti i sistemi di mining ASIC. Questa scelta progettuale consente alle persone medie con accesso alla tecnologia da banco di estrarre sulla rete Ergo. Ciò aumenta il numero di potenziali partecipanti al mining e riduce la capacità degli attori malintenzionati di attaccare la rete con hardware specializzato.


Ulteriori vantaggi di Autolykos includono Proof of Work non interattive (o NIPoPoW) e Log Space Mining. In sostanza, i NIPoPoW riducono significativamente la quantità di dati necessari per interagire con la blockchain comprimendo i dati storici nelle intestazioni dei blocchi. Ciò significa che i client non devono più scaricare l’intera blockchain, ma possono sincronizzarsi con la rete accedendo a meno di un megabyte di dati. Log Space Mining consente il mining con impostazioni Internet limitate o con una tecnologia non ideale, senza sacrificare la sicurezza della rete. Per sottolineare l’importanza di queste caratteristiche, la riduzione dei requisiti di dati consentirà alle persone con telefoni cellulari o persino fax di effettuare transazioni sicure sulla rete Ergo.


Assicurando ulteriormente il decentramento della rete di Ergo, il suo linguaggio di programmazione nativo, ErgoScript, e il design eUTxO abilitano funzionalità non possibili su altre catene Proof of Work. Innanzitutto, Ergo è in grado di distribuire al massimo le Dapp, in modo tale che le applicazioni possano essere eseguite sui computer degli utenti anziché essere ospitate su un server centrale. Sebbene sia ancora possibile un continuum di opzioni, Dapp come ErgoMixer non hanno una posizione centrale, quindi nessun vettore di attacco (ne parleremo più avanti sul mixer). Un altra Dapp che sfrutta questo livello di decentramento è ErgoDex.

Le transazioni per Dex vengono elaborate fuori catena attraverso l’uso di bot distribuiti, che vengono quindi verificati sulla catena, rimuovendo qualsiasi aspetto di centralizzazione che si trova in molti DEX basati su account popolari. Un altro potente strumento di decentramento sono le Smart Pool sviluppate da GetBlok.io. Automatic Smart Pools.

Fonte:

Medium

Articoli Correlati

Risposte