Pensieri Casuali sullo Stato della DeFi

Tempo di lettura stimato: 5 minuti

Poiché i mercati delle criptovalute sono un po ‘sanguinosi al momento, sembra un buon momento per riflettere sulle tendenze recenti mentre continuiamo a costruire nel futuro.

La finanza decentralizzata dovrebbe idealmente essere costruita su principi solidi e su una gestione del rischio trasparente. Onestamente non ho visto troppi progetti che hanno questo come obiettivo primario, che si spera cambi in futuro.

I profili di rischio su molti degli strumenti della finanza decentralizzata sono stati in gran parte ignorati o in alcuni casi sono completamente sconosciuti, il che ha creato un ambiente in cui gli utenti stanno solo inseguendo il più alto APY con un disprezzo generalmente sconsiderato per i rischi che stanno ereditando. Che è semplicemente, folle e insostenibile.

Penso che la prima cosa che esaminiamo sia il fatto che ERG esiste in un settore intrinsecamente volatile, in condizioni macro senza precedenti.

Accettando questa realtà, il concetto di sovra-collateralizzazione diventa un costrutto sempre più importante che funge da solida base per i quadri decentralizzati. Se abbiamo intenzione di costruire strumenti finanziari che durano, l’eccessiva collateralizzazione e le ipotesi trasparenti sono vitali.

C’è qualche compromesso con l’efficienza del capitale a breve termine, tuttavia, la sostenibilità a lungo termine dovrebbe in definitiva essere l’obiettivo. Le reti decentralizzate sono per natura meno efficienti delle loro controparti centralizzate. Tuttavia, i vantaggi degli ambienti trustless per molti offrono valore oltre i compromessi di efficienza.

Ergo è Proof of Work, iniziamo con un mercato a tasso 0%

Qualsiasi protocollo che sta costruendo un prodotto finanziario che offre una qualche forma di rendimento non ha bisogno di competere con un tasso di protocollo impostato, il che è un vantaggio per il bootstrap della crescita organica. L’ERG estratto non ha un tasso di rendimento prestabilito se non le variazioni del tasso di mercato. Questo ambiente è ideale per il bootstrap di strumenti a basso rendimento che sono trasparenti, adeguatamente supportati e, soprattutto, senza fiducia.

Trustless qui è una combinazione di ipotesi aperte / trasparenti, implementazioni di contratti ben progettate e ipotesi decentralizzate.

Abbiamo assistito all’implosione di prodotti costruiti su ipotesi scadenti e supporto inadeguato, e anche i prodotti che sfruttano la fiducia custodiale centralizzata stanno avendo problemi. Come industria, possiamo fare di meglio.

La governance del protocollo può servire a uno scopo nel bootstrap iniziale di nuovi prodotti e framework Defi, tuttavia, eventi recenti hanno mostrato il rischio di entità centrali. Avere un vantaggio informativo asimmetrico dovuto alla mancanza di trasparenza e trading contro le comunità è sempre un rischio, oltre a sfruttare direttamente i poteri di governance. Personalmente, penso che l’ideale per i quadri economici di base in un ecosistema decentralizzato sia quello di muoversi verso l’immutabilità con ipotesi di rischio trasparenti e chiare vie di uscita.
Un fattore che dovrebbe anche essere preso in considerazione è evitare rischi esterni al di là del protocollo nativo stesso. Potrei usare SigUSD, la stablecoin su Ergo come esempio.

All’interno dell’ecosistema Ergo, SigUSD ha piena liquidità

È riscattabile tramite contratto al tasso impostato. Tuttavia, se dovesse andare oltre l’ecosistema, la liquidità di una potenziale coppia di stablecoin dipenderebbe dal market making, facendo circolare continuamente liquidità agli scambi con l’intento di prevenire lo slittamento nei portafogli ordini. Le dinamiche sottostanti di SigUSD non sono progettate per questo. Allora perché ereditare un rischio aggiuntivo?

La finanza decentralizzata dovrebbe essere costruita con principi che sono iper-focalizzati sulla sopravvivenza a lungo termine e sono aperti e accessibili a tutti.

Vedo molte reti che tentano di imitare le proprietà dei sistemi centralizzati, sacrificando l’inefficienza intrinseca del decentramento spesso porta alle stesse vecchie sfide che la centralizzazione ha sempre portato.

Vedo molti protocolli finanziari decentralizzati che tentano di imitare i mercati tradizionali, il che sta portando alle stesse vecchie sfide che i mercati tradizionali hanno sempre portato.

Se collettivamente creiamo una suite di prodotti costruiti su principi solidi, il successo non è necessariamente assicurato, tuttavia le ipotesi di rischio saranno note e si potranno realizzare sistemi migliori.

È temporaneamente più redditizio costruire sistemi senza tolleranza per le assunzioni di rischio. Tuttavia, la redditività a lungo termine dei prodotti con questo intento si è dimostrata molto discutibile.

Affinché la finanza decentralizzata abbia un futuro bisogno di tornare ai principi fondamentali, alle ipotesi di sicurezza trasparenti, alla partecipazione aperta e incensurabile e ai sistemi progettati con il presupposto che saranno tentativi di sfruttare il framework ed estrarre valore.

Quando abbiamo una mancanza di trasparenza, barriere all’ingresso, servizi di custodia e quadri progettati per estrarre valore rispetto a preservare il valore, probabilmente stiamo peggio dei mercati tradizionali perché almeno i mercati tradizionali hanno una certa supervisione e guardrail.

Defi 1 sembrava tokenizzare per compensare la prospettiva di una perdita impermanente.
Defi 2 sembrava essere tokenomics gamifying per catturare l’inflazione delle emissioni.
Entrambi sono abbastanza discutibili in termini di valore a lungo termine.

Speriamo che, man mano che le cose riducono la leva finanziaria, ripristiniamo i principi di base che hanno dato vita al movimento crittografico.

Gestisci i tuoi rischi e fai trading bene.

Questa non è una posizione ufficiale della Fondazione Ergo, piuttosto pensieri casuali mentre osservo lo stato attuale dei mercati.

Fonte:

Casual Thoughts on the State of DeFi | by Armeanio | Jun, 2022 | Medium

Articoli Correlati

Risposte