Rispondere a Domande Importanti su Ergo Lend

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Dopo aver parlato con Chris Ray di Ergo Lend, abbiamo voluto condividere le sue intuizioni su alcuni argomenti importanti sulla sua visione della piattaforma, incluso il modo in cui il progetto prevede di crescere e strutturare il processo di prestito.

Quali sono le strutture di incentivazione del prestatore e cosa li protegge dalle inadempienze?

Chris: L’incentivo del prestatore deriva dalla loro capacità di svolgere una forma di lavoro di beneficenza attraverso il prestito a persone che non possono permettersi gli incentivi finanziari di prendere in prestito da una banca, realizzando così qualche profitto mentre compiono atti di beneficenza. Il sistema è strutturato in modo tale che i mutuatari possano collaborare con un’associazione garante, rendendo l’associazione il backup in caso di default di un prestito.

Quali sono gli incentivi del titolare di token?

Chris: I possessori di token hanno l’opportunità di prendere parte alla direzione verso cui Ergo Lend si muoverà in modo caritatevole. Questo sarebbe molto diverso da un progetto DeFi tradizionale, poiché l’obiettivo del progetto si concentra sul prestito di beneficenza piuttosto che sul prestito tradizionale.

Come costruirai forti comunità di persone che effettivamente utilizzano i prestiti?

Chris: Il nostro team sta lavorando attivamente con comunità provenienti da diverse parti del mondo. Attualmente stiamo esplorando le comunità all’interno di luoghi come l’Africa che stanno cercando di partecipare al nostro programma. Attualmente, ci sono istituzioni di microfinanza (MFI) che servono comunità come quelle in paesi come il Kenya, tuttavia i costi di transazione per i mutuatari sono elevati, a volte superiori al 30% di interessi e commissioni totali. Nel tentativo di costruire una comunità di prestito sostenibile a un costo equo, Ergo Lend mira a consentire agli utenti con accesso P2P aperto di offrire lo stesso servizio che le IFM possono, ma a un costo significativamente ridotto per il mutuatario. Di conseguenza, Ergo Lend non deve fare i conti con gli elevati costi operativi generali che fanno iMM, traducendosi in costi molto più bassi per il mutuatario.

Sebbene Ergo Lend non sia una società, opererà come un’organizzazione come gli altri DAO.

Ciò significa che avrà bisogno di un qualche tipo di supporto – le donazioni non sono fuori dal tavolo – ma queste sarebbero ricevute in modo trasparente in una certa misura speriamo, poiché utilizziamo la blockchain di Ergo per tutte le transazioni. Per la maggior parte, i ruoli svolti da Ergo Lend saranno finanziati dalla sua tesoreria creata durante la distribuzione del token di governance. Questa tesoreria fornirà supporto allo sviluppo per la dApp, lo sviluppo della comunità e supporterà altri ruoli che il DAO ritiene opportuno per raggiungere la sua missione. Inoltre, solo un po ‘sulla missione: Ergo Lend cerca di fornire strumenti che si allineano con i valori del manifesto Ergo – portandomi all’importanza che l’organizzazione sia strutturata come DAO. Partiamo dal presupposto che creando percorsi per le persone di tutto il mondo per contribuire alla missione del DAO, allora diventa resistente alla corruzione e migliora ulteriormente le vite che ne hanno più bisogno.

Infine, il Tesoro avvierà il processo di prestito e svilupperà un percorso in avanti per investire in progetti che riteniamo porteranno un ritorno sui fondi del Tesoro. Crediamo di aver sviluppato progetti in cui vale la pena investire e ora stiamo aspettando il lancio del DAO. Questi progetti si presenteranno come proposte adeguate per l’allocazione dei fondi su cui il DAO deve votare, ed è possibile che alcuni della comunità sceglieranno di finanziare anche alcuni di questi prestiti.

Ecco l’intervista integrale:

Articoli Correlati

Risposte