Rosen Bridge vs Interlay – Un’analisi sul Wrapping di Bitcoin

Tempo di lettura stimato: 8 minuti

Siamo entusiasti di rilasciare la nostra analisi di due strategie per avvolgere Bitcoin: Rosen Bridge e Interlay. Il resto di questo articolo esplorerà cosa aspettarsi e come essere coinvolti nella nostra comunità!

Introduzione

Negli ultimi due mesi, il nostro team di sviluppo principale ha ricercato le migliori strategie di implementazione per fornire in modo sicuro la possibilità di avvolgere Bitcoin sulla rete Ergo. Sulla base della nostra ricerca, ci sono attualmente due strategie che sembrano essere le più sicure e decentralizzate: il Rosen Bridge della piattaforma Ergo e l’Interlay di Polkadot.

In questo articolo, diamo un’occhiata completa alle differenze tra le due soluzioni Bridge e discutiamo i diversi vantaggi e compromessi associati a queste diverse implementazioni di progettazione.

Abbiamo suddiviso la nostra analisi in 4 diverse categorie:

  1. Panoramica di alto livello
  2. Autenticazione
  3. Contratti intelligenti e tecnologia di base
  4. Aggiunta di nuove catene

Panoramica

Bridge Rosen

Rosen Bridge è un ponte con sede a Ergo originariamente concepito dai membri della Fondazione Ergo che pone un’enfasi elevata sulla sicurezza.

Questo bridge consente agli utenti di inviare e ricevere token tra Ergo e qualsiasi altra catena che supporti transazioni multi-firma, come Bitcoin. Il design di Rosen utilizza un modello “Watchers” e “Guardians”, in cui gli Watcher inviano eventi di transazione da ChainY a Ergo e i Guardiani firmano le transazioni on-chain. Discuteremo questo modello in modo più dettagliato di seguito.

Interlay

Interlay, che è il modello su cui si basa il protocollo anetaBTC, è una soluzione di bridging e wrapped assets nata su Polkadot basata sul protocollo XCLAIM. Interlay mira ad essere un protocollo di wrapping decentralizzato e senza fiducia, utilizzando un modello che coinvolge relayer e vault. I relayer “trasmettono” la transazione da Bitcoin a una parachain BTC costruita su Polkadot, mentre i caveau memorizzano il BTC destinato ad essere convertito in un asset avvolto.

Autenticazione

Bridge Rosen

Il Bridge Rosen utilizza un robusto meccanismo di autenticazione a 2 fattori per garantire che le transazioni su una catena siano convalidate e successivamente registrate sulla catena Ergo. Come accennato in precedenza, Rosen utilizza un metodo che incorpora “Watchers” e “Guardians”, in cui gli Osservatori off-chain funzionano come primo livello di autenticazione e i Guardiani on-chain fungono da secondo livello di autenticazione. Gli Osservatori fungono da ascoltatori per gli eventi che si verificano su catene non Ergo e riporteranno questi eventi dalle blockchain collegate. Una volta che questi osservatori raggiungono il consenso su un particolare evento, inviano il messaggio ai Guardiani. Chiunque ha la capacità di essere un Osservatore.

I Guardiani fungono da secondo livello di autenticazione on-chain. I tutori sono selezionati come stakeholder importanti nella comunità Ergo e sono soggetti alla responsabilità di un errore. Questi guardiani utilizzano uno schema multi-firma M / N per distribuire il loro potere di firma.

Ciò significa che affinché il Bridge Rosen possa essere corrotto, almeno i guardiani M dovrebbero essere corrotti, il che significa che più Guardiani eletti ci sono, più Guardiani devono essere corrotti perché il meccanismo fallisca. Poiché i Guardiani sono membri “fidati” della comunità Ergo, la sicurezza del sistema dovrebbe riflettere questo.

In questo esempio, i membri “fidati” della community Ergo possono includere team con un track record di trasparenza come ErgoDEX, ErgoPad e Night Owl.

Interlay

Interlay, tuttavia, adotta un approccio diverso e imita il tradizionale relè BTC nel design.

Il metodo di Interlay sfrutta l’autenticazione 1FA, in cui l’autenticazione proviene da un gruppo decentralizzato di relayer che inviano eventi che si verificano sulla blockchain Bitcoin, alla BTC-Parachain che esiste su Polkadot. Interlay è completamente privo di fiducia in questo senso, il che significa che chiunque può scegliere di essere un relayer.

A differenza del portafoglio multi-firma del Guardiano che detiene Bitcoin, Interlay si occupa dell’interoperabilità avendo Bitcoin memorizzato in un sistema di vault decentralizzato.

Chiunque può scegliere di diventare un vault, purché fornisca garanzie sufficienti per coprire il valore delle attività nel proprio vault e quindi assicurarsi di essere un buon attore nell’ecosistema. Se un vault agisce in modo dannoso (pensa a rubare il Bitcoin che gli viene inviato), la sua garanzia viene tagliata e l’utente finale viene rimborsato in garanzie multi-asset a un tasso vantaggioso.

Contratti intelligenti e tecnologia di base

Bridge Rosen

Il design di Interlay e Rosen affronta un problema che altre soluzioni di bridging blockchain stanno attualmente affrontando: la necessità di scrivere contratti intelligenti su due catene diverse. Il consenso di qualsiasi interazione è fatto rigorosamente su Ergo quindi non è necessario utilizzare contratti intelligenti esterni su altre catene.

Da un lato, questo design comporta una maggiore sicurezza in quanto vi è meno spazio per i contratti intelligenti da sfruttare potenzialmente in quanto sono concentrati su una blockchain.

Per Rosen Bridge, tuttavia, questo metodo fa sì che il protocollo si affidi fortemente agli Osservatori e ai Guardiani per garantire informazioni affidabili sulla catena trasversale.

Interlay

Allo stesso modo, i contratti intelligenti di Interlay vengono eseguiti solo su una blockchain: Polkadot. Invece di fare affidamento su membri fidati per garantire informazioni cross-chain affidabili, Interlay si affida a gestori di vault decentralizzati che devono contribuire con garanzie per diventare un vault.

Esistono tre diversi contratti intelligenti per endpoint che consentono a interBTC di esistere nell’ecosistema Polkadot (e gli stessi endpoint per Rosen):

  1. Emettere contratti intelligenti → consente la creazione di token supportati da Bitcoin, considerati interBTC sulla Parachain BTC.
  2. Trasferire contratti intelligenti → consente il trasferimento di interBTC ad altri all’interno dell’ecosistema Polkadot.
  3. Riscatta il contratto intelligente → consente la masterizzazione di token supportati da Bitcoin sulla Parachain BTC e la ricezione di 1: 1 della quantità di Bitcoin in cambio.

Quando le transazioni sulla mainchain BTC vengono inviate alla parachain BTC di Polkadot, viene specificato anche uno di questi endpoint contrattuali. Ciò attiva il contratto intelligente da eseguire su Polkadot, sia per emettere, trasferire o riscattare InterBTC. Interlay verifica la presenza di una transazione sulla blockchain BTC all’interno dello smart contract e quindi si affida meno alla fiducia dei Relayers rispetto a Rosen Bridge.

Aggiunta di nuove catene

Bridge Rosen

Quando si parla di costruire un Bridge tra due blockchain, molte persone pensano di default a un ponte BTC-ChainX (in questo caso, BTC-Ergo), ma è importante tenere presente che possiamo anche collegare ChainY-ChainX con molte infrastrutture bridge esistenti. Con Rosen, il suo design consente la possibilità di collegare altre blockchain a Ergo con pochi passaggi.

Un nuovo portafoglio deve essere configurato su ChainY per le guardie in modo che le risorse della blockchain ChainY abbiano un posto dove essere detenute. Quindi, abbiamo bisogno di far girare gli osservatori per trasmettere gli eventi da ChainY ai nostri guardiani.

Interlay

Interlay attualmente collega solo BTC all’ecosistema Polkadot, ma ha incluso nella loro roadmap la possibilità di aggiungere più interoperabilità anche tra le altre catene ERC20.

Takeaways

Nel complesso, ci sono più compromessi quando si guarda al design di Rosen Bridge vs Interlay.

La principale differenza tra i due è il meccanismo di consenso per l’approvazione del conio e del riscatto. Con il Rosen Bridge, un gruppo di attori fidati noti come Guardiani e Osservatori verifica le richieste di conio e di burn. Nel caso di Interlay, tuttavia, chiunque può diventare un vault fornendo garanzie per prevenire comportamenti dannosi.

Attualmente, stiamo sviluppando l’implementazione di Interlay del protocollo di wrapping perché consente a chiunque la libertà di eseguire un vault, essendo così un design più decentralizzato. Rosen Bridge, tuttavia, ha un grande potenziale in futuro per l’avvolgimento man mano che l’ecosistema Ergo si espande e si evolve.

Osservazioni finali

Il nostro crescente team di sviluppo di anetaBTC da tutto il mondo è al lavoro per sviluppare infrastrutture vitali per l’ecosistema Cardano ed Ergo. Diamo il benvenuto ai membri della nostra comunità per contribuire ad anetaBTC e ai progetti correlati per aiutarci a vedere attraverso la nostra visione combinata.

Ringraziamo sinceramente ogni membro della nostra comunità per il loro sostegno. Continueremo ad aggiornare la nostra comunità sui progressi dello sviluppo mentre lavoriamo per un futuro migliore per tutti.

Fonte:

Rosen Bridge vs Interlay – Un’analisi sul wrapping di Bitcoin | di anetaBTC | Giu, 2022 | Medio (medium.com)

Articoli Correlati

Risposte