Spectrum il Ridimensionamento di ErgoDEX Oltre il Livello 1

Tempo di lettura stimato: 8 minuti

1. Stato di DeFi

Le classiche applicazioni DeFi come Uniswap, Compound, ecc. hanno mostrato risultati promettenti per quanto riguarda le funzionalità e il decentramento, ma hanno anche rivelato limiti essenziali dell’approccio su cui si basano le dApp più presenti. Queste limitazioni rientrano in due categorie:

  1. Scarsa esperienza utente;
  2. Scarsa efficienza del capitale.

Alcuni esempi delle funzionalità che rientrano nella “Scarsa esperienza utente” sarebbero lunghi tempi di conferma e talvolta commissioni estremamente elevate. E per quanto riguarda la “scarsa efficienza del capitale” si tratterebbe di prezzi non ottimali, arbitraggio e valore estraibile del minatore (MEV). Tutte le cose che lentamente assorbono i profitti degli utenti.

Questi problemi vengono affrontati dagli sviluppatori di dApp esistenti o classiche basate su Layer-1 in una certa misura, ma i vecchi approcci sono limitati in ciò che può essere fatto.

Il tipo più popolare di applicazioni DeFi simili a Uniswap ed ErgoDEX sono costruite direttamente su una blockchain di livello 1:

Protocollo DeFi classico:

  1. Lega le prestazioni della dApp alle prestazioni di una blockchain di livello 1 (ad esempio Ethereum, Cardano o Ergo). Non dimentichiamo che le blockchain decentralizzate sono mantenute da migliaia di nodi che devono tutti eseguire gli stessi calcoli per confermare che una transazione è corretta. Ciò porta al fatto che l’esecuzione di contratti intelligenti complessi richiede molto tempo, soprattutto se la rete è congestionata;
  2. Limitato dalla liquidità della blockchain madre. Al momento, questo problema è parzialmente risolto con l’aiuto di attività sintetiche. Ma una tale soluzione non consente l’accesso diretto alla liquidità di altre reti;
  3. Non consente di scambiare valuta nativa in modo decentralizzato e nativo. Ad esempio, per trasferire la tua liquidità da ETH ad ADA devi utilizzare CEX per raggiungere il tuo obiettivo.

2. Stato della DeFi cross-chain

La finanza decentralizzata cross-chain è un nuovo approccio che mira a risolvere i problemi di cui sopra.

Piuttosto che impegnarsi in una singola blockchain di livello 1 concreta, le soluzioni cross-chain astraggono diverse reti di livello 1 con particolare attenzione all’interoperabilità e all’aggregazione di liquidità tra catene.

La vera DeFi cross-chain è impossibile senza una solida soluzione Layer 2 che ci permetta di:

  1. Scaricare l’onere della convalida delle transazioni costose dai Layer-1;
  2. Convalida le transazioni cross-chain in modo più rapido ed economico rispetto ad altri progetti.

Per implementare una soluzione cross-chain, è necessario un livello di interoperabilità. Il problema dell’interoperabilità cross-chain può essere ridotto trasferendo dati tra più blockchain. Ci sono già alcune soluzioni esistenti sul campo. Diamo un’occhiata a loro e vediamo perché non sono soddisfacenti per la DeFi cross-chain.

2.1 Soluzione di custodia: Oracle affidabile

L’interoperabilità cross-chain potrebbe essere raggiunta con un “oracolo fidato” che registra qualche evento su una blockchain ed esegue l’azione richiesta sull’altra. Ad esempio, di seguito è riportata un’illustrazione di un semplice scambio a catena incrociata:

Gli oracoli centralizzati forniscono transazioni veloci ed economiche ma mancano di una caratteristica chiave, il decentramento. La liquidità di un protocollo costruito su questo approccio è custodiale, che è un approccio centralizzato simile a CeFi quando gli utenti depositano i loro fondi sul portafoglio di uno scambio:

  • Un sistema non è sostenibile quando dipende da un singolo partito;
  • Se l’oracolo va giù gli swap incompiuti possono apparire congelati a metà strada;
  • Un oracolo centralizzato può censurare le transazioni;
  • Un oracolo dannoso può eseguire un attacco man-in-the-middle inviando dati imprecisi.

2.2 Rete oracle semi-centralizzata

Un altro approccio prevede una sorta di rete intermedia di oracoli che facilita il trasferimento di dati tra più blockchain.

Spesso, tutti i fondi trasferiti tra blockchain sono memorizzati e distribuiti su portafogli di soglia speciali, che sono generati dai partecipanti della rete intermedia, quindi sono controllati da un gruppo di operatori oracle.

Questo metodo è intrinsecamente simile al primo, è più decentralizzato, ma meno affidabile, a causa del fatto che PoA o PoS viene utilizzato con garanzie elevate e un piccolo (meno di cento) numero di nodi. Ciò rende impossibile ottenere un elevato decentramento e sicurezza del sistema. Ma, allo stesso tempo, il sistema diventa inflessibile. I protocolli xDeFi costruiti su tali reti si trasformano in un repository custodiale distribuito di fondi gestiti da un piccolo gruppo di persone.

3. Spectrum.Network

Spectrum va oltre l’idea di ponti di dati cross-chain e implementa un protocollo decentralizzato per i calcoli cross-chain. Ciò presuppone non solo il trasferimento di dati (risorse, eventi, ecc.) tra blockchain eterogenee, ma anche calcoli su questi dati, proprio come i contratti intelligenti sulle normali blockchain di livello 1 ma con accesso a più blockchain contemporaneamente. Questo ci consente anche di spostare la convalida di complessi contratti intelligenti DeFi dalle blockchain di livello 1.

I dati provenienti da blockchain connesse (transazioni, asset, eventi) vengono aggregati insieme alle transazioni Spectrum in blocchi che formano una catena di ordine superiore. Le transazioni dello spettro sono autorizzate a eseguire contratti intelligenti che operano sui dati della blockchain connessa e possono innescare la finalizzazione on-chain.

Spectrum.Network opera sotto un protocollo di consenso Roll-dPoS ottimizzato, che è stato utilizzato in blockchain orientate all’IoT, ad esempio dove i nodi sono dispositivi IoT, quindi il protocollo è progettato per supportare un gran numero di partecipanti.

Il nostro contributo alla valutazione esistente di Roll-dPoS introduce CoSi, un protocollo efficiente per la firma collettiva. Sostituendo il vecchio protocollo di firma di Roll-dPoS con CoSi otteniamo trattative di blocco più veloci (da O(n) nel vecchio Roll-dPoS a O(log n), dove n è il numero di validatori).

Le seguenti proprietà consentono il consenso per raggiungere un alto grado di decentralizzazione e sicurezza:

  • Funzionamento decentralizzato del protocollo con un gran numero di partecipanti (migliaia di nodi), protetto dal compromesso dalla collusione di una ristretta cerchia di persone;
  • Basso costo di inserimento del protocollo e alto costo di compromesso;
  • Tolleranza all’elevato tasso di abbandono della rete.

I ruoli nella rete Spectrum sono assegnati in modo casuale ai partecipanti tramite una lotteria fino alla fine dell’epoca. L’onestà dei partecipanti scelti è ottenuta da incentivi economici costruiti sul dilemma del prigioniero dalla teoria dei giochi, che afferma che è più redditizio per ogni partecipante tradire l’attaccante e ricevere una ricompensa, piuttosto che unirsi all’attaccante e incorrere in punizioni.

A breve sarà pubblicato un documento tecnico sul protocollo Spectrum.

Mettere tutto insieme

Spectrum rivela il vero potenziale di ErgoDEX. Prima di tutto consentirà transazioni più rapide ed economiche. In secondo luogo, avrà liquidità e interoperabilità cross-chain pronte all’uso. Non solo ponti per trasferimenti cross-chain di asset, ma veri e propri pool cross-chain per asset nativi, dove da un lato c’è ADA nativo e dall’altro è ERG nativo. E infine, Spectrum apre le porte a protocolli DeFi più sofisticati come decentralizzazione dei prestiti o Option Vault, che non sono pratici da costruire su molte blockchain di livello 1 a causa delle attuali limitazioni di progettazione.

Nel prossimo futuro riveleremo la nostra roadmap completa, dove descriveremo in dettaglio i passaggi per l’ulteriore implementazione di Spectrum. Accogliamo con favore anche il tuo feedback sulle nostre soluzioni. ErgoDex è il nostro futuro comune e siamo felici di costruirlo insieme a voi!

Fonte:

Spettro: ridimensionamento di ErgoDEX oltre il livello 1 | di ErgoDEX | Maggio, 2022 | Medio (medium.com)

Articoli Correlati

Risposte